Il Buddha di Laurino

I colori diventano una scala di grigi, i sapori tutti uguali e persino tu che ti vantavi di vedere il bicchiere sempre mezzo pieno ora non riesci a non fissare nient’altro che quella dannata parte mancante. Perché in fondo, tutto ad un tratto, ti senti come quel bicchiere a cui manca la sua metà, disorientato, confuso e vuoto e forse Laurino si sentiva proprio così quando ha scritto Buddha, il suo ultimo singolo.

Buddha di Laurino, è la ricerca delle emozioni di un ragazzo che si trova ad affrontare una delle sfide più difficili, accettare di aver perso un amore e imparare a convivere con quel bicchiere mezzo vuoto. Laurino nel testo parla di un Buddha che altro non rappresenta che la ricerca dell’illuminazione, questa figura è un pò il fulcro della traccia poiché racchiude al suo interno i nostri sogni e i nostri obiettivi, in altre parole i traguardi che ci prefiggiamo nella nostra vita, traguardi che di fronte allo svanire dell’amore perdono di significato.

Laurino affronta il tema dell’amore in un modo nuovo non scendendo mai nella classica visione della canzone italiana, ponendolo si come fulcro centrale ma interrogandosi anche su quella che è la sua funzione. Inoltre il sound di Laurino si intona perfettamente con il tema e il significato del testo, gli influssi elettronici e il ritmo a tratti spezzato rendono al meglio la sensazione di disorientamento e confusione provata dal cantante.

Buddha è l’ultimo brano di Laurino che insieme a Volume uscito a fine gennaio 2020 segnano un nuovo percorso artistico per il giovane cantautore, un percorso che lo porterà alla pubblicazione di un nuovo disco in autunno. Questi due singoli segnano anche un’evoluzione artistica ben definita, sia in Buddha che in Volume si può ascoltare infatti una maggiore complessità musicale rispetto a Non so più chi sei, singolo pubblicato nel 2018, risultato forse di una ricerca che ha portato Laurino ad un nuovo livello.

IL PERSONAGGIO

Laurino è un giovane cantautore e produttore veronese. Appena adolescente decide di dedicare tutto se stesso alla musica così, compiuta la maggiore età, lascia la scuola e incide il suo primo disco autoprodotto dal titolo “18”. Nel 2016 partecipa al concorso del Festival Show per le nuove proposte, arrivando in finale all’Arena di Verona. Nel 2018 viene selezionato fra i finalisti di Sanremo Giovani e sempre nello stesso mese pubblica il suo primo singolo con Universal Music Italia intitolato “Non so più chi sei”. A inizio 2020 pubblica “Volume”, il primo di una serie di singoli
che lo porterà alla pubblicazione di un nuovo disco in autunno. A febbraio 2020 è stato selezionato come artista della settimana di MTV New Generation. Il 3 aprile uscirà il suo nuovo singolo “Buddha”, marchiato XO La Factory.

di Giovanni Sgarlata

Nessun commento

Lascia un commento

Your email address will not be published.