Lei è GIANE

I suoi testi danno vita a canzoni irriverenti, di quelle dalla doppia faccia. Un pò ti rattristano e un pò ti sollevano. In fondo ogni emozione è così, ognuna ha i suoi lati diversi e magari anche contrastanti. Giane è riuscita a trasmettere tale aspetto nella sua musica e forse è proprio per questo motivo che dopo il primo ascolto non si può fare a meno di ascoltarla di nuovo. Così abbiamo deciso di fargli qualche domanda:

Spaghetti è il tuo ultimo singolo, una traccia che mi ha lasciato dentro un sentimento di malinconia misto a tanta dolcezza; da poco è uscito anche il videoclip su Youtube, cosa vuol dire per te questo pezzo? Ha un significato particolare? Per me questo pezzo significava mostrare che anche Giane ha un cuore, e non è solo una rompi**** che si lamenta degli uomini e della vita. Tutti noi abbiamo delle fragilità e ogni tanto è bello crogiolarsi tra di loro. Il videoclip però non poteva non essere ironico, mi piace comunque mantenere uno spirito allegro anche nei momenti più “sad”.

Sappiamo che la tua produzione musicale è molto influenzata dal genere soul e successivamente ti sei avvicinata al rap. Tuttavia ascoltando i tuoi brani si fa fatica ad identificarli bene in una categoria musicale, sono un po’ soul, un po’ indie, un po’ pop, potremmo dire che hai inventato lo stile GIANE ? Magari! La ricerca dell’originalità è qualcosa che mi pongo come primo obiettivo. Le influenze musicali ci sono, ma è giusto non essere un clone, altrimenti finisci solo per diventare “la brutta copia di…” e questo non mi piace. Tiro fuori il meglio di me e quello che ne viene fuori è questo. L’unicità è un obiettivo che dovremmo perseguire tutti, come artisti. Poi per il “problema” della catalogazione… beh se oggi siamo tutti indie, è bene a questo punto esserlo a modo proprio.

Il 20 novembre hai partecipato come ospite alla Spotify Masterclass for Female Artists, sappiamo che è stato un evento molto importante e sicuramente di assoluta rilevanza, soprattutto al giorno d’oggi, di cosa si è parlato e com’è stata questa esperienza? E’ stata un’esperienza meravigliosa. Incontrare Caterina Caselli mi ha fatta vo-la-re. E poi essere in una stanza in cui le tue compagne di banco sono Myss Keta o Dolcenera mi ha fatto pensare che bisognerebbe fare un po’ di scuola alle musiciste del futuro. Le donne devono essere più coraggiose e farcela. L’argomento è stato appunto questo, una riflessione sui risultati, sulle statistiche, sui ruoli della donna nell’industria musicale italiana. Abbiamo capito che possiamo fare molto di più di quello che facciamo oggi ed essere un gruppo più numeroso perché come dice un noto brand… “Noi valiamo!”

Cosa ne pensi quindi del panorama musicale femminile oggi? Penso che nel mondo ci sono un sacco di donne meravigliose. Giovani, meno giovani che mi danno un bel motore d’ispirazione. Florence Welch per me è una madrina. In Italia però di queste figure ce ne sono di meno e questo si sente. Vorrei scoprire qualcosa di nuovo e innamorarmi.

Al secolo sei Chiara Gianesini e tu stessa definisci “GIANE” il tuo alter ego musicale, quali sono le differenze tra te ed il tuo MR Hyde? Chi è Chiara Gianesini e chi è GIANE ? Non so bene com’è Giane. Mi chiedono sempre di descrivermi ma mica lo so da fuori come mi si vede. Chiara però è una donna ironica ma con la testa sulle spalle che vuole cose che spesso non combaciano molto tipo la libertà e la stabilità. Ma cerco ancora il mio posto nel mondo perché oltre che come musicista, ho studiato, lavorato e tuttora lovoro per diventare una regista. Lavoro nel campo creativo ed ho scelto l’arte in tutte le sue forme come scopo vitale. Vedremo in quante cose riuscirò a realizzarmi…

Domanda un po’ di rito ma doverosa, quali sono le sorprese in serbo da GIANE? Un nuovo album? Un nuovo singolo? Non posso dirvi con certezza cosa, ma qualcosa arriverà molto presto e ne sono curiosa, perché spero che il pubblico sia pronto a questi suoni. Ci saranno belle novità. Coraggiose direi…. so stay tuned!

Ti ringraziamo per aver risposto alle nostre domande! E che lo Slang sia con te

GS

Nessun commento

Lascia un commento

Your email address will not be published.