Panda 90- Giannini

Corso Duca degli Abruzzi 24, aula 27b del politecnico di Torino, lezione di impostazione progettuale dell’autoveicolo, il Prof. Velardocchia ha disegnato alla lavagna un differenziale per auto e sta elogiando la Fiat Panda. Una delle lezioni più belle della mia carriera accademica! Perché la Fiat Panda non è soltanto una semplice automobile, è un oggetto di culto entrato a forza bruta nella cultura pop, insieme a Michael Jackson e McDonald’s ed io credo che Giannini questo lo ha capito bene nella sua hit ‘PANDA 90’.

Per Giannini la panda è qualcosa a cui sono legati tanti ricordi, quasi un pezzo di sé stesso, non un semplice mezzo di trasporto, ma un veicolo per una sana storia d’amore. La traccia in fondo è come un road movie sulla strada della vita del protagonista, ovviamente a bordo della fiat panda. Forse carica di troppi stereotipi provenienti dall’immaginario comune e in alcuni tratti molto semplice, ma in fondo è proprio questo il punto di forza della canzone: mira dritta al punto senza troppi fronzoli. Il ritmo è incalzante con una di quelle melodie che ti entrano in testa e difficilmente vanno via. Insomma ‘Panda 90’ è una canzone per tutte le ore ed indipendentemente dal vostro stato d’animo vi ruberà un sorriso e vi obbligherà a cantare: “come pioggia sopra i finestrini della tua fiat panda”(sfido a dirmi che non lo avete letto cantando se avete ascoltato almeno una volta la canzone).

Giannini lo conosciamo già da tempo, lo definirei quasi una vecchia volpe della musica italiana. Ex cantante del gruppo Shaka, con il quale ha vinto diversi concorsi e aperto molti concerti tra i quali anche qualcuno di Biagio Antonacci. Insomma con Panda 90 potremmo dire che ci ha visto lungo, creando un pezzo pop che alla fine dei conti non può non piacere e, tra le altre cose, creando un inno per gli amanti del mitico pandino.

G.S.

Nessun commento

Lascia un commento

Your email address will not be published.